Tu sei qui

Rapporti con le famiglie

La famiglia entra nella scuola quale rappresentante degli alunni e come tale è chiamata a sottoscrivere il contratto educativo condividendone responsabilità e impegni nel rispetto reciproco di competenze e ruoli.
Considerata la priorità della famiglia nel contesto educativo, la Scuola si propone di:

  • favorire la partecipazione attiva e costruttiva dei genitori attraverso assemblee, consigli, incontri
  • fornire informazioni chiare circa le proposte educative e didattiche
  • stabilire relazioni positive capaci di produrre senso di appartenenza a un progetto educativo condiviso
  • rendere conto periodicamente degli apprendimenti dei singoli alunni e dei loro progressi in ambito comportamentale e sociale
  • rendere noto l'evolversi della situazione degli alunni che mostrano particolari difficoltà
  • individuare le iniziative tese al sostegno e al recupero degli alunni in difficoltà ed esplicitarne alla famiglia contenuti e modalità operative
  • aiutare a superare le difficoltà di quei genitori che affrontano condizioni di svantaggio culturale e/o socio-economico.

Modalità di comunicazione

Le comunicazioni ufficiali avvengono attraverso il sito dell’Istituto ( www.icsmissaglia.gov.it).

Gli strumenti didattici utilizzati per la comunicazione diretta scuola / famiglia possono essere:

  • Diario scolastico (soprattutto Scuola Primaria)
  • Libretto scolastico (Scuola Secondaria)
  • Registro elettronico

Per favorire una maggior consapevolezza ed un confronto tra genitori sui problemi dei figli, Istituto e genitori possono promuovere incontri formativi ed informativi in entrambi gli ordini di scuola con la partecipazione di esperti.

I genitori sono tenuti ad informarsi sulla situazione scolastica dell'alunno e sugli eventuali interventi individualizzati programmati.
Tale informazione si realizza nelle seguenti occasioni istituzionali:

  • Scuola Primaria
    • Assemblee di classe: per le classi prime un incontro a settembre prima dell’inizio delle lezioni; per tuttele classi una assemblea ad ottobre e una nel secondo quadrimestre; altre, in caso di necessità, sempre in orario di apertura della scuola. Durante le assemblee di ottobre vengono illustrati le programmazioni annuali e gli obiettivi formativi che l’Istituto si propone di raggiungere, grazie anche alla collaborazione delle famiglie
    • Colloqui con i genitori a metà del primo e del secondo quadrimestre, in particolare per gli alunni che necessitano un più attento monitoraggio del percorso formativo (vengono però svolti prima di tale periodo i colloqui con i genitori degli alunni delle classi prime, al fine di favorire una migliore conoscenza reciproca) e colloqui a metà del secondo quadrimestre
    • Colloqui con i genitori per informazioni sugli esiti degli scrutini (a febbraio e a giugno)
    • Contatti fra docenti e familiari degli allievi per affrontare qualunque tipo di problema educativo
    • Consigli di interclasse con la componente genitori.
  • Scuola Secondaria
    • Ogni insegnante mette a disposizione dei genitori (previo appuntamento) un’ora settimanale, al di fuori dell’orario di cattedra
    • Durante ciascun quadrimestre, si effettua un incontro pomeridiano durante il quale i genitori impossibilitati ad accedere alleore di ricevimento mattutino potranno avere un colloquio con tutti i docenti
    • In presenza di casi problematici l'intero Consiglio di classe (o la maggior parte di esso) si assume l'impegno di colloqui con i genitori interessati
    • Al fine di estendere i rapporti con le famiglie, durante le Assemblee pre-elettorali di ottobre vengono illustrati per una reale condivisione degli aspetti formativi il PTOF, il Patto di Corresponsabilità Educativa, i Progetti e i criteri generali che guidano la programmazione didattica
    • Nel mese di dicembre, per le classi terze, un’apposita riunione viene dedicata all'illustrazione ai genitori dei consigli orientativi, in tempo utile per l'iscrizione alla scuola secondaria di secondo grado
    • Anche il momento della consegna / riconsegna del documento di valutazione offre alle famiglie l'opportunità di incontrare a febbraio e giugno alcuni docenti del Consiglio di classe, impegnati a illustrare la situazione globaledell'alunno. Per l'analisi di ogni singola disciplina si privilegiano i colloqui individuali
    • Si sottolinea, inoltre, che il rapporto scuola-famiglia, nel corso dell'anno scolastico, è facilitato anche dalla presenza nei Consigli di classe di quattro rappresentanti dei genitori. Possono partecipare al Consiglio della propria classe anche gli altri genitori che lo desiderino, come uditori.

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.60 del 18/10/2018 agg.28/10/2018